/ Borghi fortificati / Frontino

Frontino

Piazza di Frontino con la fontana di Franco Assetto
Chris on 29 maggio 2015 - 19:15 in Borghi fortificati
3.5 (70%) 10 votes

Con il numero dei suoi abitanti che supera di poco le 300 unità, Frontino è il comune più piccolo della Provincia di Pesaro e Urbino, ed uno dei più piccoli dell’intera nazione. Il piccolo e delizioso borgo, circondato da boschi che garantiscono la salubrità dell’aria, sorge su uno sperone roccioso a 519 metri di quota in posizione dominante sulla valle del torrente Mutino, a poca distanza dai rilievi del Monte Carpegna e dei Sassi Simone e Simoncello, sui quali gode di una magnifica vista panoramica. Il paese è stato inserito nel 2014 nell’elenco del club “I Borghi più Belli d’Italia”, importante riconoscimento turistico riservato alle eccellenze tra i piccoli centri.

La storia di Frontino inizia nell’alto medioevo quando, similmente ai centri limitrofi della zona del Montefeltro, fu edificato come borgo fortificato da parte dei proprietari terrieri della zona, allo scopo di difendere i confini dei propri possedimenti. Diversamente, invece, dalle località vicine, Frontino appartenne da subito ai possedimenti della Massa Trabaria, governati dalla Chiesa, mentre la zona circostante era tutta assoggettata al dominio dei Malatesta, con il risultato che il paese subì numerosi assalti, venendo anche distrutto (e successivamente ricostruito) più volte.

Con l’avvento dei Montefeltro, che conquistarono il borgo unitamente a tutto il territorio circostante, il destino di Frontino si unifica a quello delle località vicine, confluendo quindi nello Stato della Chiesa al termine del dominio della casata feltresca e successivamente entrando a far parte del Regno d’Italia ottenendo lo status di Comune.

Via principale di FrontinoL’ambiente di Frontino si presenta ancora oggi intatto rispetto al periodo medievale, sia per quanto riguarda la sua cinta composta da alte mura, che per la struttura delle vie e delle piazze (molto ben curate con la presenza di balconi adornati di piante e fiori praticamente in ogni abitazione), pavimentate con ciottoli ricavati da pietre del torrente Mutino. Un silenzio rigenerante (rotto soltanto dal fruscio al vento delle secolari querce) e l’aria particolarmente salubre allietano il soggiorno nel borgo, particolarmente indicato per una vacanza all’insegna del relax.

All’interno del centro storico sono degni di nota la monumentale Fontana, opera di Franco Assetto, posta all’estremo limite ovest del borgo in una bella piazzetta circondata da un parco, il museo dedicato alle opere del medesimo autore e la Torre Civica del 1300.

La Chiesa Parrocchiale è dedicata ai Santi Pietro e Paolo, ed ospita tra l’altro una importante tela denominata “Madonna con Bambino e i Santi Ubaldo e Francesco”, opera del pittore urbinate Federico Barocci ed un’altra tela, risalente al 1616, raffigurante la Crocifissione.

Rocca dei Malatesta a FrontinoAl centro del paese si trova un’importante struttura ricettiva, dotata di ristorante, denominata “La Rocca dei Malatesta”, realizzata all’interno del quattrocentesco palazzo Vandini, ristrutturato nel 1980.

Nel territorio comunale di Frontino si trovano due rilevanti edifici religiosi, ovvero l’Eremo di San Girolamo, a nord del capoluogo, ed il Convento di Monte Fiorentino, ad ovest dello stesso.

L’Eremo, risalente al XVI secolo e recentemente ristrutturato dal Comune che ne è divenuto proprietario, è attualmente adibito a complesso turistico, composto dalla chiesa, dal chiostro, dal refettorio e da una dipendenza di servizio. All’interno della chiesa si possono ammirare diverse importanti opere, quali la pala d’altare, dipinta da Bernardino da Longiano, raffigurante la “Madonna con Angeli, Bambino e i Santi Girolamo e Giovanni Battista” e gli affreschi sulle pareti.

Il Convento di Monte Fiorentino, fondato da San Francesco nel 1213, rappresenta una meta molto frequentata dagli appassionati di arte, annoverando tra le proprie opere la Cappella Oliva, capolavoro rinascimentale del 1484, la pala d’altare “Madonna con Bambino e i Santi Giorgio, Francesco, Antonio Abate e Girolamo”, opera del pittore Giovanni Santi (padre di Raffaello Sanzio) e due inginocchiatoi intarsiati realizzati da Maestro Zocchino nel 1493. Il Convento, tra l’altro, è uno dei più grandi delle Marche ed è circondato da un parco di notevoli dimensioni.

Eventi a Frontino

Ogni anno fin dal 1981 si svolge nella superba location del Convento di Monte Fiorentino il Premio Nazionale di Cultura “Frontino – Montefeltro”, competizione che vede la partecipazione di un gran numero di scrittori e giornalisti appartenenti alle maggiori Case Editrici.

Sempre nel Convento si svolge ogni anno, nella giornata della prima domenica di settembre, la tradizionale “Sagra del Fagiolo“, dedicata ai prodotti gastronomici ed allietata da eventi musicali.

Come arrivare a Frontino

Per raggiungere Frontino si seguono diversi itinerari a seconda della zona da cui si proviene. Per chi giunge dalle località del nord si segue l’A14 uscendo a Rimini, si raggiunge San Marino, quindi si prosegue per Mercatino Conca, poi Carpegna da cui si seguono le indicazioni per Frontino.

Per chi proviene da sud si percorre l’A14 uscendo a Pesaro, quindi si prosegue sulla statale 423 fino alla località di Montecchio, dove si svolta sulla provinciale fogliense seguendo le indicazioni per Carpegna. Superata la frazione di Mercatale si prosegue per Lunano, da dove si svolta sulla destra in direzione di Frontino.

Per chi arriva dalla costa tirrenica, invece, si raggiunge la località di San Giustino (servita dalla superstrada E45), da qui si prosegue sulla S.S. 73bis di Bocca Trabaria, giungendo a Sant’Angelo in Vado, poi si prosegue per Lunano ed infine per Frontino.

Dove mangiare e alloggiare a Frontino

La Rocca dei Malatesta
Albergo situato all’interno del centro storico con ristorante legato alla tradizione, utilizzo di prodotti locali come la carne chianina marchigiana, il prosciutto di Carpegna e il tartufo
Via Giovanni XXIII, 1
61021 – Frontino (PU)
Tel. 0722/71102 – Cell. 349/6229009
Sito web: www.laroccadeimalatesta.com

Agriturismo “La Spiga d’Oro”
Agriturismo con cucina tipica tradizionale, in stagione piatti al tartufo e funghi su prenotazione
Via San Girolamo
61021 – Frontino (PU)
Tel. 348/5253425
Sito web: www.laspigadoro.eu

Residenza d’epoca San Girolamo
Location all’interno dell’antico Monastero San Girolamo, cucina tradizionale rivisitata che utilizza solo materie prime locali, offre piatti che seguono la cadenza delle stagioni
Via San Girolamo
61021 – Frontino (PU)
Tel. 0722/71293
Sito web: www.sangirolamo.com

Particolari Nostrani
Ristorante situato all’interno del complesso di un mulino restaurato, con cucina tradizionale del territorio che segue l’andamento delle stagioni
Strada Prov.le Mutino – Loc. Mulino
61021 – Frontino (PU)
Tel. 0722/71127 – Cell. 329/3619593

Agriturismo Il Biancospino
Cucina tipica del territorio, prodotti locali come il vino e la carne di razza marchigiana, pizzeria
Via Friggino, 134
61021 – Frontino (PU)
Tel. 0722/71365

Torre civica di Frontino   Camminamento lungo le mura di Frontino   Centro di Frontino con loggiato

1 LASCIA UN COMMENTO
Valuta questo articolo
3.5 (70%) 10 votes

Lascia qui il commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 Commenti
  • 23 gennaio 2017

    Una guida breve e puntuale che dà esattamente l’idea dell’aria che si respira a Frontino. Credo che questo sia uno dei borghi più belli del Montefeltro e dell’intera Regione Marche.

    Rispondi